Autore

Fabiola Negron

Director of Food Safety

La FDA propone modifiche alla dichiarazione “salutare” sulle etichette alimentari

Nov 15, 2022

L’Ente statunitense preposto alla tutela di alimenti e medicinali (Food and Drug Administration, FDA) ha proposto una regola che aggiornerebbe i requisiti per le etichette alimentari secondo cui il prodotto è “sano”. La FDA ha l’autorità di consentire o meno l’uso della dichiarazione “salutare” sulle etichette degli alimenti. Quando un’etichetta alimentare contiene la dichiarazione, l’FDA considera l’etichetta come implicante “che il contenuto nutritivo del cibo può aiutare i consumatori a mantenere pratiche alimentari sane”. La FDA propone di modificare le normative attuali in modo che il contenuto nutrizionale nei prodotti che presentano la dichiarazione “salutare” rifletta l’attuale scienza nutrizionale.

Ottenere assistenza per la conformità FDA.

Gli specialisti normativi di Registrar Corp possono esaminare le etichette per verificarne la conformità alla FDA.

Per ulteriore assistenza con i requisiti normativi della FDA, chiamare il numero +1-757-224-0177, inviare un’e-mail a info@registrarcorp.com, o chattare con un Consulente normativo 24 ore su 24: www.registrarcorp.com/livechat.

Ottenete assistenza

La storia della rivendicazione “salutare” della

FDA ha iniziato a regolare l’uso di “salutare” sulle etichette nel 1994. Quando un produttore utilizza il termine, “è una dichiarazione implicita del livello di nutrienti del prodotto”, secondo la FDA. Il livello di nutrienti contenuti in un prodotto che sostiene la dichiarazione deve soddisfare la definizione di sano della FDA, che è informata dagli ultimi sviluppi nella scienza della nutrizione.

Ai sensi della normativa vigente, al fine di fare la rivendicazione “salutare”, un alimento deve contenere almeno il 10 percento dell’assunzione giornaliera di riferimento (RDI) o del valore di riferimento giornaliero (DRV) per almeno un nutriente considerato importante al momento dell’emissione della regola: vitamina C, fibra, vitamina A, calcio, proteine e ferro. Inoltre, un alimento non deve superare i limiti massimi per le sostanze nutritive che devono essere consumate in quantità inferiori, come sodio, grassi totali e grassi saturi.

Con l’evolversi della comprensione della nutrizione umana, è diventato chiaro che la normativa che regolamenta la rivendicazione “salutare” non rifletteva la nuova ricerca condotta nella comunità scientifica. In particolare, il ruolo svolto dai grassi sani in una dieta equilibrata e l’importanza della vitamina D e del potassio non sono stati riconosciuti dalla regola del 1994.

Una lettera di avvertimento del 2015 emessa ai produttori delle barrette “KIND” ha innescato una nuova conversazione su quale tipo di cibo dovrebbe qualificarsi per la dichiarazione “salutare”. Nel marzo 2016, la FDA ha annunciato che avrebbe iniziato a rivalutare la sua definizione di “salutare”. La FDA ha fatto l’annuncio dopo che KIND, LLC ha presentato una petizione per i cittadini dopo aver ricevuto la Lettera di avvertimento. La petizione ha offerto suggerimenti per aggiornare le normative in modo che fossero coerenti con le linee guida federali.

La FDA ha emesso un documento di orientamento della politica di applicazione che ha consentito ai prodotti che non erano idonei per la dichiarazione di “salute” a causa dei livelli di grassi, di farlo a condizione che la maggior parte dei grassi fosse costituita da grassi mono e polinsaturi. La politica di applicazione ha inoltre consentito al prodotto di soddisfare il requisito RDI/DRV del 10% in base al livello di potassio o vitamina D. La normativa originale, tuttavia, è rimasta “sui libri”.

Motivi dietro i cambiamenti proposti

A causa degli sviluppi nella scienza della nutrizione e nelle linee guida alimentari federali, la FDA considera obsoleta la precedente definizione di “salutare”. Secondo il documento guida della politica di applicazione, la FDA consente la dichiarazione “salutare” sui prodotti che non soddisfano gli attuali standard nutrizionali che consentirebbero tale dichiarazione. Le modifiche proposte vanno ancora oltre nella modifica dei requisiti e sono destinate ad allineare le dichiarazioni “sane” sui prodotti con l’attuale scienza nutrizionale e le linee guida federali.

Una delle modifiche proposte è l’inclusione di zuccheri aggiunti nella determinazione “salutare”, un fattore che non è stato precedentemente considerato. Ad esempio, le normative attuali consentono ad alcuni prodotti a base di cereali di sostenere la dichiarazione di “salute” perché contengono alti livelli di vitamine e minerali, ma contengono anche zuccheri aggiunti in quantità che superano le raccomandazioni della scienza nutrizionale.

Le nuove normative rifletterebbero anche l’attuale valutazione che gli alimenti “densi di nutrienti” sono un fattore significativo in una dieta sana. Gli alimenti che non soddisfacevano gli standard precedenti soddisferebbero gli standard attuali in base ai loro benefici nutrizionali ampiamente accettati. Ad esempio, il salmone è considerato sano secondo gli standard attuali a causa della sua abbondanza di nutrienti, ma non si è qualificato per la dichiarazione “salutare” precedentemente dovuta a livelli elevati di grassi.

Requisiti proposti per l’utilizzo di una richiesta di risarcimento “salutare” La

FDA propone che i prodotti che sono autorizzati a sostenere la richiesta di risarcimento “salutare” devono:

  • “Contenere una certa quantità significativa di cibo proveniente da almeno uno dei gruppi o sottogruppi alimentari”. I prodotti devono incorporare un alimento di un gruppo alimentare, come frutta o verdura, nella quantità raccomandata dalle Linee guida alimentari per gli americani
  • Rispettare i limiti designati per alcuni nutrienti in base a una percentuale del valore giornaliero (DV) del nutriente

La regola proposta aggiungerebbe anche requisiti di conservazione dei registri nei casi in cui l’FDA non possa verificare la conformità ai requisiti di richiesta “salutari” attraverso le informazioni dell’etichetta.

La FDA nota che potrebbero esserci dei cambiamenti nell’offerta alimentare statunitense se le modifiche proposte vengono finalizzate. Poiché i produttori che desiderano utilizzare l’affermazione “salutare” possono iniziare a incorporare la nutrizione richiesta nei loro prodotti, le opzioni che soddisfano l’attuale definizione di salute della FDA potrebbero aumentare. La FDA accetta commenti alla regola proposta fino al 28 dicembre 2022.

Le aziende alimentari che desiderano etichettare i propri prodotti come “sani” devono rivedere i dettagli nella proposta della FDA e prendere in considerazione l’invio di commenti, nonché prepararsi per potenziali modifiche.

 

Ottenere assistenza per la conformità FDA.

Gli specialisti normativi di Registrar Corp possono esaminare le etichette per verificarne la conformità alla FDA.

Per ulteriore assistenza con i requisiti normativi della FDA, chiamare il numero +1-757-224-0177, inviare un’e-mail a info@registrarcorp.com, o chattare con un Consulente normativo 24 ore su 24: www.registrarcorp.com/livechat.

Ottenete assistenza

Autore


Fabiola Negron

Director of Food Safety

Widely respected in the Food Safety industry, Fabiola provides insightful education to food and beverage companies worldwide on U.S. FDA regulations resulting from the passage of the Food Safety Modernization Act (FSMA) in 2011. Her expertise in creating and reviewing Food Safety plans, helping U.S. importers comply with Foreign Supplier Verification Program (FSVP) regulations, and leading our Food Safety team have helped hundreds of companies comply with FDA food and beverage requirements.

Related Article


Subscribe To Our News Feed

To top
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.