Autore

Fabiola Negron

Director of Food Safety

5 miti FSVP comuni che possono danneggiare l’attività

Dic 7, 2020

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense richiede alla maggior parte degli importatori statunitensi di sviluppare programmi di verifica dei fornitori esteri (FSVP) per ogni prodotto alimentare importato da fornitori stranieri. Miti comuni possono portare a incomprensioni su quando o come le strutture devono sviluppare FSVP. Il mancato sviluppo di FSVP può portare all’applicazione da parte della FDA, come detenzioni di prodotti, rifiuti di importazione, lettere di avvertimento e invio di avvisi di importazione. Questi eventi possono danneggiare il tuo marchio e diventare molto costosi. Per aiutare il settore a evitare queste conseguenze, vi stiamo portando la verità dietro i comuni malintesi sui requisiti FSVP.

Ottieni assistenza con i requisiti FSVP

I Soggetti qualificati di Registrar Corp possono sviluppare e implementare i vostri FSVP

Sottomettete la richiesta

Mito 1: Chiunque può scrivere e implementare un FSVP

La FDA richiede che i FSVP siano sviluppati da una “Persona qualificata” che l’Agenzia definisce come “una persona che ha l’istruzione, la formazione e l’esperienza necessarie per svolgere le attività necessarie per soddisfare i requisiti di questa sottosezione; questa persona può essere, ma non è tenuta a essere, un dipendente dell’importatore”.

La Persona qualificata è responsabile della scrittura e dell’implementazione del FSVP, della revisione della cronologia di conformità dei prodotti importati, dell’identificazione dei pericoli associati al cibo, della determinazione e dello svolgimento delle attività di verifica appropriate, dell’identificazione dell’importatore all’ingresso e altro ancora. Registrar Corp può fungere da persona qualificata per sviluppare, rivedere e implementare i FSVP per la conformità.

Mito 2: Posso scegliere di non agire come importatore FSVP

La normativa FDA afferma che il proprietario o destinatario statunitense di una spedizione è l’Importatore FSVP. La FDA definisce il proprietario o destinatario degli Stati Uniti come “la persona negli Stati Uniti che, al momento dell’ingresso di un articolo alimentare negli Stati Uniti, possiede il cibo, lo ha acquistato o ha accettato per iscritto di acquistarlo”.

Alcuni importatori potrebbero ritenere di poter assumere un agente per assumersi la responsabilità di essere l’Importatore FSVP per loro.  Gli importatori possono assumere una terza parte che agisca come persona qualificata per lo sviluppo e l’implementazione di un FSVP per loro conto, ma l’importatore è interamente responsabile di garantire di averne uno per ciascun prodotto da ciascun fornitore e deve essere quello elencato come importatore FSVP all’ingresso doganale.

Per le spedizioni che non hanno un proprietario al momento dell’ingresso negli Stati Uniti, l’esportatore deve designare un agente o rappresentante statunitense che agisca come importatore FSVP e adempia alle responsabilità di FSVP.  L’esportatore deve ottenere una dichiarazione di consenso firmata dalla parte designata.

Mito 3: La FDA non applica i requisiti FSVP

La FDA sta attivamente applicando i requisiti FSVP attraverso ispezioni ed emettendo il Modulo 483, lettere di avvertimento e mettendo gli importatori in allerta quando si osserva una non conformità.

Le citazioni includevano strutture che non sono riuscite a sviluppare, tradurre e firmare FSVP, nonché quelle che non hanno verificato correttamente i loro fornitori. Anche durante la pandemia di COVID-19, la FDA ha continuato a condurre ispezioni FSVP da remoto.

Nel 2020, la FDA ha emesso 43 lettere di avvertimento per le violazioni del FSVP (in aumento rispetto alle 5 del 2019) per le violazioni del FSVP. Le lettere di avvertimento sono documenti pubblici che indicano come un’azienda non ha soddisfatto la conformità e cosa può fare per risolverla. Le lettere di avvertimento possono essere dannose per un marchio. Inoltre, la FDA può anche trattenere prodotti che non soddisfano i requisiti FSVP, con conseguenti ritardi costosi.

La FDA ha inoltre stabilito l’Avviso di importazione n. 99-41 per la detenzione di prodotti alimentari introdotti da importatori che non sono conformi alle normative FSVP.  Attualmente, ci sono 10 aziende nell’avviso di importazione. Se un importatore è elencato nell’Avviso, le spedizioni dei suoi prodotti elencati nell’Avviso saranno trattenute ogni volta che arriva negli Stati Uniti, ritardando costantemente il rilascio delle spedizioni dell’importatore fino a quando non viene dimostrata la conformità e la sicurezza del cibo.

Mito 4: Una volta sviluppato un FSVP, sono conforme

Gli importatori sono tenuti ad aggiornare il proprio FSVP in caso di modifiche nel funzionamento dei loro fornitori che influiscono sulla sicurezza dei prodotti che importano o sulle procedure delle attività di verifica. Ad esempio, se un fornitore straniero dovesse modificare gli ingredienti o le fasi di lavorazione di un prodotto, l’importatore dovrà aggiornare il FSVP considerando i nuovi potenziali rischi associati a quel nuovo ingrediente o processo. Inoltre, potrebbe essere necessario aggiornare le attività di verifica se tale ingrediente o processo rappresenta un nuovo pericolo. Un altro esempio potrebbe essere se il fornitore straniero sposta la produzione del prodotto in un’altra sede. Anche se il processo e i controlli non cambiano, la vecchia sede dell’indirizzo della struttura non dovrebbe più essere monitorata per la conformità alla FDA, ma il nuovo indirizzo lo sarebbe.

Gli importatori sono inoltre tenuti a verificare continuamente la conformità dei loro fornitori, poiché le modifiche alla conformità possono essere segnali che dovete rivalutare e/o revocare l’approvazione dei vostri fornitori. In particolare, la FDA richiede che gli importatori monitorino “se il fornitore straniero è oggetto di una lettera di avvertimento della FDA, di un avviso di importazione o di altre azioni di conformità della FDA relative alla sicurezza alimentare”. ComplyHub™ di Registrar Corp è il software più completo al mondo dedicato ad aiutare le aziende a mantenere la conformità FSVP.

Inoltre, gli importatori sono tenuti a rivalutare i propri FSVP ogni tre anni. Gli importatori devono rivalutare le prestazioni e i rischi del fornitore straniero posti dal cibo, nonché le procedure, i processi e le pratiche di sicurezza alimentare. La Persona qualificata deve condurre queste attività.

Mito 5: Ho bisogno di un solo FSVP per fornitore

I FSVP hanno lo scopo di verificare che ogni prodotto importato soddisfi gli standard di sicurezza alimentare della FDA. Le strutture sono tenute a sviluppare un FSVP per ogni fornitore da cui importano, nonché per ogni singola categoria di prodotto. Ad esempio, se un importatore importa sia fagioli che formaggio dal Fornitore A e dal Fornitore B, l’importatore avrà bisogno di quattro FSVPS: Fornitore A Formaggio, Fornitore A Fagioli, Fornitore B Formaggio e Fornitore B Fagioli.

Le varianti dei prodotti possono richiedere FSVP aggiuntivi se presentano pericoli e controlli diversi che comportano procedure di verifica diverse.  Inoltre, può accadere che un fornitore possa rispettare la FDA per uno dei suoi prodotti, ma non per un altro. Pertanto, è importante valutare ogni prodotto e le normative applicabili separatamente.

Non è un mito: Registrar Corp può aiutare

nel corso del 2020, la FDA ha continuato a far rispettare i requisiti FSVP e a emettere azioni esecutive. Registrar Corp fornisce soluzioni di formazione, software e consulenza FSVP per ridurre il rischio di problemi di sicurezza alimentare e per aiutare a mantenere la conformità FDA FSVP.

Fai clic qui per iniziare.

Per ricevere assistenza, chiamaci oggi stesso al numero +1-757-224-0177, inviaci un’e-mail al numero o chatta con un consulente normativo 24 ore su 24info@registrarcorp.com, 7 giorni su 7 all’indirizzo www.registrarcorp.com/livechat.

Autore


Fabiola Negron

Director of Food Safety

Widely respected in the Food Safety industry, Fabiola provides insightful education to food and beverage companies worldwide on U.S. FDA regulations resulting from the passage of the Food Safety Modernization Act (FSMA) in 2011. Her expertise in creating and reviewing Food Safety plans, helping U.S. importers comply with Foreign Supplier Verification Program (FSVP) regulations, and leading our Food Safety team have helped hundreds of companies comply with FDA food and beverage requirements.

Related Article


Subscribe To Our News Feed

To top
This site is registered on wpml.org as a development site. Switch to a production site key to remove this banner.